• Informazioni: 030 63 42 483
  • comunicazione@casadellostudente.net

Esami di terza media: ti aiutiamo noi!

L’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione è finalizzato a verificare le competenze, le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti nel corso dei tre anni della scuola secondaria di primo grado.

L’ammissione all’esame, deliberata dal Consiglio di Classe, è subordinata a una serie di requisiti:

  • Aver sostenuto le prove Invalsi di Italiano, Matematica e Inglese nel mese di aprile 2019 e aver ottenuto una votazione uguale o superiore a 6 in tutte le materie.
  • Aver accumulato un numero di assenze inferiore ad un quarto delle ore complessive di lezione previste nell’anno scolastico.
  • Non avere sanzioni disciplinari significative in termini di condotta.

Le date dell’esame non sono stabilite dal Miur tramite un calendario nazionale ma vengono definite dai singoli istituti. Tuttavia il Miur stabilisce che “L’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione si svolge, per l’anno scolastico 2018/2019, nel peridodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno 2019”. Solitamente si inizia circa una settimana dal termine della scuola. Le prove d’esame sono quattro, non essendo più i test Invalsi parte integrante dell’esame ma criterio di ammissione. Nello specifico gli studenti sono tenuti a sostenere tre prove scritte (italiano, matematica e lingue straniere) e una prova orale.

Le prove scritte devono svolgersi in giorni diversi e la loro durata è definita dalla Commissione esaminatrice di ciascuna scuola. La prova di Italiano, come specificato nella circolare del Miur, “ha la finalità di accertare la padronanza della lingua italiana, nonché le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche del candidato” e per tale ragione prevede tre possibili tracce anche combinate tra loro:

  • Testo narrativo o descrittivo
  • Testo argomentativo
  • Comprensione e sintesi di un testo

La prova di Matematica si basa su argometi quali la geometria solida, probabilità e statistica, algebra e scienze; prevede l’uso della calcolatrice (a meno di divieti da parte dei professori) e si compone di due parti distinte:

  • Problemicon una serie di richieste da svolgere.
  • Quesiti a risposta aperta.

Anche l’esame di Lingua Straniera, che ha l’obiettivo di valutare comprensione e produzione,  è diviso in due parti:

  • Una parte in inglese(che prevede un test di livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento) con 5 tipologie di testi tra cui scegliere: lettera ad un amico, comprensione di un testo, completqamento di un testo, scrittura di un dialogo, stesura di un riassunto.
  • Una parte nella seconda lingua comunitaria studiata (in questo caso il livello è A1) per la quale vengono fornite le stesse tipologie di testi indicate sopra.

L’ultima prova dell’esame di terza media è l’orale che ha l’obiettivo di valutare le capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento tra le varie discipline  di studio. Si compone di una parte in cui il candidato espone alla Commissione Esaminatrice un argomento scelto personalmente. Viene richiesto che l’argomento trovi collegamenti nelle diverse materie, che sia originale e che interessi in prima persona lo studente. Ogni scuola valuta se richiedere la produzione di una tesina, un’elaborato multimediale o una mappa concettuale. Una seconda parte dell’orale è dedicata alle domande: i membri della Commissione Esaminatrice possono porre quesiti allo studente relativi agli argomenti dell’intero anno scolastico. Si terrà conto anche delle conoscenze acquisite su argomenti di Cittadinanza e Costituzione.

Spesso l’emotività che accompagna questo momento è caratterizzata da tensione e preoccupazione. E’ la prima volta che i ragazzi si trovano a dover affrontare un Esame di Stato. Molti temono di non essere all’altezza della situazione, di non saper come gestire l’ansia e lo stress ad esso correlati. E’ bene che questi vissuti vengano normalizzati al ragazzo facendogli capire che ciò che stanno provando è comprensibile e del tutto normale. Esistono sicuramente delle strategie per placare gli stati emotivi ansiogeni e la più importante di tutte consiste nel prepararsi al meglio. Oltre, si spera, ad aver studiato costantemente nel corso dell’anno scolastico, è bene che venga pianificato un ripasso, organizzandosi in modo tale da stabilire tempi e modalità di preparazione per ognuna delle quattro prove. Si consiglia di mettersi a tavolino e, utilizzando un’agenda o un tabellone, programmare per ogni giornata che si ha a disposizione, gli argomenti da affrontare. E’ bene che si lasci l’ultima settimana per il ripasso conclusivo. In questo modo si eviterà di arrivare a pochi giorni dall’esame oberati da una grande quantità di argomenti da studiare.

La Casa dello Studente propone un servizio di supporto alla preparazione dell’Esame di Stato di terza media. Tale servizio, “Sos Esami”, ha l’obiettivo di fornire una preparazione tecnica per tutte le prove in linea con le nuove indicazioni ministeriali.

E’ previsto un percorso di lezioni in preparazione per ogni prova:

– 2 lezioni per Italiano (ripasso regole grammaticali e preparazione alla produzione scritta).

– 2 lezioni per Matematica e Geometria (ripasso formule e regole ed esercitazioni sugli argomenti trattati nel corso dell’anno in aritmetica e geometria).

– 1 lezione per Inglese (ripasso regole grammaticali ed esercitazioni sulla produzione scritta e comprensione del testo).

– 1 lezione per la Seconda Lingua straniera (ripasso regole grammaticali ed esercitazioni sulla produzione scritta e comprensione del testo).

– 2 lezioni per il colloquio orale.

E’ possibile anche creare un percorso personalizzato individuando lezioni specifiche per accogliere le esigenze individuali. Saranno presentati agli studenti strategie per un’efficace gestione del tempo e delle risorse a disposizione, formulari, tabelle grammaticali e mappe teoriche, esempi di tracce svolte, esercitazioni sulle prove. Tutto il materiale necessario è contenuto all’interno di un kit fornito a tutti i ragazzi che accedono al servizio.

Se necessiti maggiori informazioni o vuoi contattarci, CLICCA QUI

 

Daphne Scotto di Carlo, Psicologa Casa dello Studente

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diventa fan su Facebook

Iscriviti alla nostra
Newsletter