• Informazioni: 030 63 42 483
  • comunicazione@casadellostudente.net

Maturità 2020: tutto quello che c’è da sapere

Il 16 maggio 2020 è stata trasmessa l’Ordinanza Ministeriale n. 10, applicativa del Decreto Legge 22 dell’8 aprile 2020. In questo articolo esploriamo i punti salienti di questo documento.

Sono ammessi all’Esame di Stato gli studenti iscritti all’ultimo anno di corso dei percorsi di istruzione secondaria di II grado presso istituzioni scolastiche statali e paritarie. Potranno sostenere l’Esame anche gli studenti che non hanno frequentato le lezioni per almeno tre quarti dell’orario scolastico. L’ammissione all’esame di Stato è disposta, in sede di scrutinio finale, dal consiglio di classe presieduto dal dirigente scolastico o da suo delegato.

Le commissioni d’esame sono costituite da due sottocommissioni, costituite ciascuna da sei commissari, appartenenti all’istituzione scolastica sede di esame, con presidente esterno unico per le due sottocommissioni. I commissari sono designati dai competenti consigli di classe.

La sessione dell’esame ha inizio il 17 giugno 2020 alle 8:30 e si svolgerà nelle sedi degli istituti statali o paritari frequentati. Le prove d’esame sono sostituite da un colloquio, che ha la finalità di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale dello studente per le singole discipline.

Entro il 30 maggio 2020 ogni consiglio di classe elabora un Documento che esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, oltre che i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti. Sulla base di questo documento gli studenti sapranno il programma completo da ripassare ai fini dell’accertamento di conoscenze, competenze e capacità in sede l’Esame.

Ciascun candidato dovrà stilare un elaborato sulle discipline di indirizzo che erano state individuate come oggetto della seconda prova scritta. L’elaborato dovrà essere inviato entro il 13 giugno dal candidato ai docenti delle discipline di indirizzo. La commissione può scegliere se assegnare a ciascun candidato un argomento diverso, o assegnare a tutti o a gruppi di candidati uno stesso argomento che si presti a uno svolgimento fortemente personalizzato. L’assegnazione dell’argomento avverrà entro il 1° di giugno.

Ogni sottocommissione predispone i materiali prima di ogni giornata di colloquio, per i relativi candidati. Il materiale può essere costituito da un testo, un documento, un’esperienza, un progetto, un problema ed è finalizzato a favorire la trattazione dei nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline e del loro rapporto interdisciplinare. I materiali saranno costruiti sulla base del percorso didattico effettivamente svolto, in coerenza con il Documento redatto da ciascun consiglio di classe entro il 30 maggio.

L’esame è così articolato:

  1. discussione dell’elaborato redatto da ciascun candidato;
  2. discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana durante il quinto anno;
  3. analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla commissione;
  4. esposizione da parte del candidato di una breve relazione, ovvero un elaborato multimediale sull’esperienza di alternanza-scuola lavoro, svolta nel corso del percorso di studi;
  5. accertamento delle conoscenze e delle competenze maturate dal candidato nell’ambito delle attività relative a “Cittadinanza e Costituzione”.

Nello svolgimento della prova d’esame, i candidati con DSA possono utilizzare, ove necessario, gli strumenti compensativi previsti dal Piano Didattico Personalizzato (PDP) e che siano già stati impiegati in corso d’anno o comunque siano ritenuti funzionali allo svolgimento dell’esame, senza che sia pregiudicata la validità della prova.

Per gli studenti con disabilità, il consiglio di classe stabilirà la tipologia della prova d’esame, se con valore equipollente o non equipollente, in coerenza con quanto previsto all’interno del Piano Educativo Individualizzato (PEI).

La durata complessiva del colloquio sarà indicativamente di 60 minuti. Ogni sottocommissione si riunirà per la valutazione finale dopo la conclusione dei colloqui. Il punteggio minimo complessivo per superare l’esame di Stato è di sessanta centesimi.

Per prepararsi al meglio a questa nuova modalità la Casa dello Studente propone i seguenti servizi:

  • incontro gratuito di informazione su come affrontare l’esposizione orale;
  • lezioni individuali o a piccoli gruppi su analisi e commento dei testi di lingua e letteratura italiana;
  • lezioni individuali o a piccoli gruppi per preparare l’elaborato sulle due materie di indirizzo;
  • lezioni individuali o a piccoli gruppi per preparare la presentazione multimediale sull’esperienza alternanza-scuola lavoro;
  • corso sull’esposizione orale per gestire l’ansia da prestazione, effettuare i collegamenti tra discipline sulla base del materiale proposto dalla commissione e utilizzare strategie efficaci di public speaking.

Per info e prenotazioni CLICCA QUI

Per approfondimenti in merito all’Ordinanza Ministeriale n. 10 del 16/05/2020 CLICCA QUI

 

A cura della Dott.ssa Valentina Albano, psicologa-psicoterapeuta Casa dello Studente

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diventa fan su Facebook