• Informazioni: 030 63 42 483
  • comunicazione@casadellostudente.net

Presentazione della Cooperativa

La Cooperativa Sociale Casa dello Studente nasce nel 2016 (raccogliendo l’eredità dell’omonima Associazione culturale costituitasi nel 2008 dal lavoro di progettazione e sviluppo del suo fondatore lo psicologo Claudio Tanghetti iniziato nel 2003) come ausilio formativo educativo per i giovani in età scolastica. La questione che si vuole affrontare con questo servizio si manifesta nella dispersione scolastica negli istituti primari, secondari inferiori e superiori (legge 285/1997).

Il percorso ed il rendimento scolastico non sono però da considerarsi come elementi separati e autonomi, ma come parte di un complesso sistema culturale pedagogico educativo che risulta particolarmente vulnerabile durante la pre-adolescenza e l’adolescenza. Troppo spesso i ragazzi affrontano questo delicato momento dello sviluppo con rari punti di riferimento esterni e con le famiglie con poco tempo a disposizione e non sempre adeguatamente preparate ad assistere i propri figli. Con questo progetto si intende intervenire direttamente sui giovani nella loro globalità passando dalla famiglia, alle relazioni amicali, alla rete sociale presente nel territorio, con uno strumento olistico di supporto al giovane nel suo delicato momento dello sviluppo che sia anche di valido aiuto per le famiglie.

 

Identificazione degli obiettivi

  1. L’obiettivo principale è quello di ridurre il tasso di dispersione scolastica.
  2. Migliorare l’abilità relazionale e l’autonomia personale e professionale dei giovani.
  3. Migliorare le comunicazioni tra studente-famiglia-scuola.
  4. Essere sensibile alle richieste sociali, culturali e formative dei giovani, delle loro famiglie e di chi possa essere interessato alle finalità della Cooperativa.

 

Beneficiari dell’intervento

La CdS è rivolta per lo più ai giovani degli istituti primari, secondari di primo e secondo grado e universitari che hanno maturato dei debiti formativi, difficoltà in specifiche materie, mancanza di un metodo di studio corretto, uno specifico disturbo di apprendimento, o che comunque ritengono di aver bisogno di un supporto scolastico o di un affiancamento di altro tipo (personale, relazionale, sociale, culturale).

 

Nel 2016/17….

I ragazzi che nell’a.s. 2016/2017 (compresa l’estate) hanno frequentato la CdS sono stati 2075, con un incremento di circa il 20% rispetto l’anno precedente.

Sono arrivati alle nostre trenta filiali da:

  • Brescia Nord (città e provincia): 23%
  • Brescia Sud (città sud e ovest e provincia): 25%
  • Brescia Est (città e provincia): 23%
  • Brescia Ovest (provincia): 29%

Questo dato è il risultato dell’apertura di nuove filiali in quei territori ancora non coperti dal nostro servizio (Provaglio d’Iseo; Passirano; Cortefranca; Mazzano e Brescia presso il CFP Educo) ma anche il potenziamento delle nostre filiali storiche.

 

Fascia d’età

Elementari – 2015/2016: 8% – 2016/2017: 11%

Medie – 2015/2016: 36% – 2016/2017: 35%

Biennio Superiori- 2015/2016: 30% – 2016/2017: 33%

Triennio Superiori – 2015/2016: 26% – 2016/2017: 22%

Università – 2015/2016: 0% – 2016/2017: 1% (nuovo servizio)

Certificazione (DSA/Bes) – 2015/2016: 9% – 2016/2017: 18%

Dettaglio delle superiori

  • 40% Licei (prevalenza Scientifico)
  • 12% Professionali
  • 48% Tecnici (prevalenza AFM)

Da questo dato si evince un aumento delle frequenze dei ragazzi in giovane età (Elementari e Biennio superiori rispetto al triennio), dato significativo in un’ottica di prevenzione. Inoltre si evidenza l’aumento del 100% di utenti con certificazione a sottolineare la bontà dei nostri percorsi ad hoc.

 

Come sono arrivati alla CdS?

Passaparola – 2015/2016: 50% – 2016/2017: 50%

Frequentava l’anno precedente – 2015/2016: 14% – 2016/2017: 19%

Fratello o sorella di un nostro studente – 2015/2016: 6% – 2016/2017: 8%

Dalla scuola (insegnanti) – 2015/2016: 5% – 2016/2017: 6%

Da Specialisti (psicologi, logopedisti,…) – 2015/2016: 3% – 2016/2017: 2%

Dai Comuni – 2015/2016: 2% – 2016/2017: 2%

Da Associazioni e Oratori – 2015/2016: 2% – 2016/2017: 2%

Volantinaggio – 2015/2016: 12% – 2016/2017: 6%

Internet (sito e Pagina FB CdS; Social) – 2015/2016: 4% – 2016/2017: 4%

Da Radio/TV – 2015/2016: 1% – 2016/2017: 1%

Da eventi (serate, presentazioni,…) – 2015/2016: 1% – 2016/2017: 1%

 

Da questo dato si evince innanzitutto una forte presenza di ragazzi storici, dei fratelli e del passaparola a significare la bontà intrinseca del servizio. Inoltre resta costante il dato dei provenienti da comuni, scuole, specialisti, associazioni ed oratori a sottolineare l’efficacia del lavoro di rete da noi ritenuto da sempre prezioso.

Non rientrano tra i dati statistici l’attuazione di uno sportello ascolto presso l’istituto comprensivo di Paderno Passirano e l’attuazione di diverse serate e laboratori legati alla sfera DSA; Orientamento; Bullismo; Interventi clinici mirati e alla partecipazione attiva nell’organizzazione dell’evento “Ottavo Giorno” in collaborazione con Anffas, Comune e istituto comprensivo di Gussago, oltre alla partecipazione attiva al progetto del Comune di Brescia “Vivi il quartiere”.

Il Presidente
Claudio Tanghetti