• Informazioni: 030 63 42 483
  • comunicazione@casadellostudente.net

Punto comunità

Il Punto Comunità è un servizio offerto dal Comune di Brescia che si pone all’interno del cantiere sociale “Brescia città del noi”. Si tratta di un servizio che ha l’obiettivo di fungere da tramite tra il Comune e la cittadinanza. Ogni Punto Comunità è costituito da varie realtà e associazioni presenti sul territorio nei diversi quartieri della città. Insieme, i vari enti collaborano per promuovere iniziative ed attività che mirano a far crescere e migliorare la qualità di vita del territorio.

Il Punto Comunità, inoltre, offre uno sportello gratuito aperto alla cittadinanza, gestito da volontari membri, attraverso il quale i cittadini possono essere accolti, ricevere informazioni ed essere orientati nella rete dei servizi sociali e sanitari territoriali.

Coordinatrice dei Punti Comunità di Brescia è la dott.ssa Francesca Megni:

Mail: fmegni@comune.brescia.it

Tel: 030/ 3732230 – 3387707565

La Società Cooperativa Sociale Casa dello Studente partecipa come ente capofila al Punto Comunità di Viale Piave, attivato a partire da Marzo 2019. Gli altri enti del territorio che hanno dato la propria disponibilità al progetto sono:

  • Cooperativa Tonini Boninsegna;
  • CGIL
  • CISL

Durante l’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro paese, e in modo così drammatico, la nostra città, il Punto Comunità Viale Piave, in collaborazione con i servizi sociali del comune di Brescia ha costruito una rete di volontariato per attivare assistenza ai soggetti più deboli e più a rischio contagio. I cittadini, impossibilitati ad uscire di casa, che hanno necessità di qualcuno che provveda per loro a compiere le commissioni di prima necessità (spesa, farmaci, buoni spesa, mascherine, ecc) si rivolgono ai servizi territoriali che, a seconda del quartiere di residenza del soggetto, passano l’informazione al referente del Punto Comunità interessato. Per Casa dello Studente il referente del Punto Comunità Viale Piave è la dott.ssa Stefania Ciaccia, che, una volta ricevuti i dati del richiedente passa tutte le informazioni al volontario affinché possa attivarsi e sbrigare le commissioni richieste.

Dall’inizio dell’emergenza, fino ad oggi, sono stati reclutati 10 volontari di età compresa tra i 18 e i 40 anni e sono state aiutate 13 famiglie costituite da persone anziane, impossibilitate ad uscire di casa.

Diventa fan su Facebook