• Informazioni: 030 63 42 483
  • info@casadellostudente.net

Scegliere la Scuola: Casa dello Studente incontra i genitori di Castelmella: 7 consigli utili

Ieri sera ho tenuto una serata formativa sul tema dell’orientamento scolastico rivolta ai genitori dei ragazzi frequentanti il terzo anno della scuola secondaria di primo grado, presso l’Istituto Comprensivo di Castelmella.

Una platea numerosa di genitori attenti e desiderosi di comprendere il proprio ruolo e le strategie efficaci da utilizzare per aiutare il figlio a scegliere la scuola più adatta.

Ripropongo di seguito alcuni consigli forniti durante la serata:

1- Considerare il figlio protagonista della scelta: il figlio non è una tabula rasa su cui proiettare i propri desideri e aspirazioni ma una persona con desideri e aspirazioni proprie da interpretare. Il genitore ha il compito di favorire nel figlio il processo della scoperta di sé. È perciò opportuno ritagliarsi in famiglia dei momenti di riflessione su questo tema, raccogliere desideri e sogni relativi al futuro e cercare le implicazioni possibili connesse a tali idee.

2- Fidarsi o non fidarsi del consiglio degli insegnanti: gli insegnanti sono un punto di confronto importante, conoscono il ragazzo da tempo e dovrebbero essere capaci di identificare le competenze e le attitudini dello studente. Il loro consiglio di orientamento è importante da considerare. A tal proposito il genitore potrebbe approfondire la questione fissando un colloquio con l’insegnante.

3- Openday “si” o “no”?: gli openday consentono di conoscere da vicino la realtà scolastica e il piano dell’offerta formativa. Per valutare il programma previsto dalla scuola segnalo il sito www.orientamentoistruzione.it sul quale è possibile trovare video e materiale interattivo sui diversi ordinamenti scolastici e il portale scuola in chiaro (cercalatuascuola.istruzione.it) che consente di visualizzare la mappa degli istituti del proprio territorio, gli sbocchi formativo-professionali.

4- Valorizzare i loro sogni e non i propri: presupposto fondamentale per poter raggiungere buoni risultati scolastici è la motivazione. Se il ragazzo non segue i propri sogni ma si sente obbligato a fare una scelta, la motivazione sarà scarsa e di conseguenza è probabile che lo siano anche i risultati raggiunti.

5- Scegliere la scuola sulla base di quella frequentata dall’amico: iscriversi ad una scuola superiore non è un passaggio facile. Il ragazzo si deve confrontare con materie, insegnanti e compagni di classe nuovi. Sapere di non essere soli e che vicino c’è un amico può tranquillizzare e far sentire meno la fatica sulle proprie spalle. Scegliere un tipo di scuola solo perché ci va l’amico non è però un buon criterio di scelta. Questo fatto accompagna altri fattori maggiormente rilevanti.

6- Riflettere sugli anni passati: il percorso scolastico sino ad oggi svolto è una cartina tornasole delle attitudini e delle competenze del ragazzo. Per una buona scelta consiglio di consultare le “vecchie pagelle” e considerare verso quali materie vi è una maggiore predisposizione.

7- E’ consentito fare una scelta sbagliata?: è necessario considerare che la scelta comporta una percentuale di rischio di errore. Una buona riflessione aiuta ad abbassare questa percentuale ma non possiamo mai pensare che si annulli. I pensieri e le idee si scontrano poi con la realtà che può risultare diversa da come l’avevamo immaginata.

Ricordo alle famiglie inoltre la possibilità di richiedere presso il nostro servizio, un percorso di orientamento. Un percorso condotto da un esperto in tale settore, con l’obbiettivo di formulare un consiglio di orientamento.

Per maggiori informazioni sul percorso rimando al sito www.casadellostudente.it

Dott.ssa Eliana Fieni, Psicologa-Psicoterapeuta, Pool Psicologhe Casa dello Studente.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diventa fan su Facebook