• Informazioni: 030 63 42 483
  • comunicazione@casadellostudente.net

Tartaglia: grazie alla petizione dei Caliniani il restauro!

GRAZIE A CHI HA CREDUTO nella petizione per la STATUA del TARTAGLIA, Città di Brescia, circa 1300 persone, in via Trieste.  Come ricordate dalla pagina di FB la Associazione Caliniani  di Brescia aveva lanciato alcuni giorni fa una petizione per il restauro della statua del matematico Tartaglia, al Sindaco ed all’Ass.re alla Cultura, mancando il famoso  compasso ……. oggi è stato riposizionato. Che dire, grazie a TUTTI .
Chiediamo, comunque di vigilare, perché lo sforzo non sia vano !!!
«Salvate il Tartaglia» Caliniani in pressing su Del Bono e Castelletti. Mercoledì 8 Aprile, di Alessandra Troncana CORRIERE DELLA SERA 8.04.15
Anche le statue soffrono, quella di Tartaglia, piazzetta Santa Maria in Calchera forse più di tutte: una mano con le dita amputate, il naso staccato, il compasso del celebre matematico finito chissà dove. Molti odiano la matematica, ma qualcuno, a quanto pare, anche i matematici: salvate il Tartaglia. La petizione è stata spedita ieri alla Loggia, posta prioritaria: «Caro sindaco Emilio Del Bono, caro vicesindaco Laura Castelletti, chiediamo un giusto restauro per restituire una pagina di storia alla città che amiamo». L’associazione Caliniani vuole il riscatto del matematico: intervegano subito i bisturi per sistemare la statua torturata dagli incivili.
Alla lettera: «Abbiamo trovato in uno stato degradante il monumento dedicato a Nicolò Tartaglia e ce ne dispiace profondamente. Questo monumento fu costruito a spese dell’Ateneo come simbolo di uno dei figli della nostra terra, e sembra destinato ad essere martoriato continuamente dalla barbarie: hanno asportato il compasso di raffaelliana memoria. Anche la sfera armillare versa in uno stato pietoso».
Al Tartaglia che si intartaglia non era il caso di infliggere altre menomazioni: vita, morte e calcoli del matematico narrano che, durante il sacco di Brescia, fu ferito alla bocca da un soldato francese, e per questo iniziò a balbettare. Non riposa nemmeno in pace: la statua, uscita dallo scalpello di Luigi Contratti e inaugurata il 10 novembre del 1918, è stata amputata più e più volte dai vandali. Prima gli hanno amputato le dita, poi un pezzo del naso, infine c’è stato il ratto del compasso. Storia vecchia, ricorda Alberto Molinari, presidente dell’associazione: «Certi incivili l’hanno sempre preso di mira. In Loggia c’era ancora Bruno Boni, quando fecero il primo restauro. Se non sbaglio, pure Paolo Corsini era intervenuto. Poi, niente». A volte ritornano: i vandali hanno fatto il bis, il tris e anche di più. Appena qualcuno mette a posto il matematico, quelli tornano all’attacco. «Gli hanno pure rubato il compasso». Gira un sospetto sulla storia del compasso: «Qualcuno mi ha fatto notare, è solo una teoria, che potrebbe trattarsi di una morbosa collezione: il compasso è un simbolo esoterico, mai dire mai» dice Molinari. E adesso spogliati: oltre alle amputazioni, Tartaglia ha subìto anche «travestimenti». Qualche provocatore, due anni fa, gli ha messo un reggiseno (imbottito) sugli occhi. «Una goliardata, per carità. Ma si renda conto della mancanza di rispetto di certa gente per questa statua».
È ora di finirla, dicono i caliniani: «Il sindaco deve intervenire, quel monumento è un simbolo e va restaurato quanto prima. Essendo vicinissimo al museo di Santa Giulia, speriamo sia una delle mete da e per il nostro fuori Expo». Nel pomeriggio, il copia e incolla della petizione ha iniziato a girare su Facebook: commenti al vetriolo. Del tipo: «Squallidissimo!». Oppure: «È in queste condizioni da ben oltre quindici anni! Ricordo la prima volta che vidi il povero Tartaglia senza il suo compasso… Con un amico, ne realizzai uno in legno e l’appoggiai alla sua mano, sospesa da tempo nel vuoto. Due giorni dopo, anche il rudimentale manufatto sparì». La risposta del sindaco alla petizione è arrivata telegrafica nel pomeriggio: «Va bene, interverremo»

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra
Newsletter